Prezzo: €60.00

Out of stock
Loading Updating cart
Scheda Prodotto

3 confezioni di Tisane al prezzo di 2 con le spedizioni gratis!

3 confezioni da gr. 100 cadauna per un totale di gr. 300. Per 3 mesi di trattamento.
100% NATURALE - LAVORAZIONE ARTIGIANALE.

Descrizione: si tratta di un arbusto perenne poco conosciuto e citato in letteratura, formato da rami molto intrecciati e spinosi, con foglie piccole, sottili e seghettate, caduche nella stagione estiva. I fiori verdastri mancano di petali e il frutto, simile ad una bacca, è spugnoso e di colore rosso vivo. E’ detto anche “spinaporci” Habitat: Il suo habitat primario è la Grecia, l’isola di Creta e l’Europa australe. In Italia cresce nella zone centrali e meridionali, molto localizzata in Calabria, Basilicata, in Puglia (palude del Capitano e torre Colimena), in Sardegna e in Sicilia, su terreni sabbiosi, argillosi e secchi, spingendosi fino a 700 mt di altitudine, ma prediligendo comunque la zona marina. Si considera una pianta infestante, data la proliferazione dove il disboscamento ha lasciato terreni incolti, ghiaiosi e aridi.
Principi attivi: finora sono stati isolati soprattutto tannini, glicosidi triterpenici, acido tormentino ed altri. Nelle radici e nella corteccia dei rami i tannini raggiungono una concentrazione piuttosto importante.
Proprietà: l’azione antidiabetica del Poterium era già nota dai beduini, che riuscivano, bevendone il decotto per diversi mesi, a far regredire le manifestazioni e sintomi del diabete mellito, pur perseverando nel consumo nocivo di carboidrati. Uno dei primi studiosi che ha cercato di dare un senso a questa particolarità della pianta è stato il dott. Aiman Kuzbari di Damasco, medico e farmacologo, che riteneva che l'effetto ipoglicemizzante del Poterium spinosum fosse dovuto a una o più sostanze contenute nella corteccia della radice principale della pianta, capaci di stimolare la produzione endogena di insulina da parte delle isole di Langerhans del pancreas, diversamente dagli antidiabetici farmacologici orali (sulfonilurati), che inducono il miglioramento senza guarire la malattia. Ovviamente l’approvvigionamento di questa scorza provoca inevitabilmente lo spoglio di un numero considerevole di arbusti. In Italia, la tintura di radici di Poterium spinosum fu usata per la prima volta per la cura del diabete mellito dal dott. Luigi Oreste Speciani, che usò una tintura estratta da piante Libanesi di Poterium, che, con l’inizio della guerra, non furono più reperibili. La pianta è usata anche contro la gastrite, mal di denti, infiammazioni gengivali e come sedativo. Secondariamente, il Poterium serve anche come vasodilatatore periferico e coronarico, contro l’ipertensione e le aritmie, come antisudorifero e antidiarroico.

Ingredienti
Poterium Spinosum, Radice Taglio Tisana.

Controllo Qualità
Residui ricercati: conforme al D.M. n.179 del 27/08/2004 relativamente ai residui ricercati.
Radioattività: conforme alla direttive CEE.

Modalità di utilizzazione
Bollire 10 gr di radici di Poterium in 300 ml di acqua, far bollire 10 minuti, filtrare ed assumere la mattina oppure suddividere il decotto in tre assunzioni giornaliere.

Avvertenze
Non superare la dose consigliata.
Non somministrare in gravidanza e in allattamento.
Conservare in un luogo fresco ed asciutto al riparo dalla luce avendo l’avvertenza di chiudere accuratamente la confezione dopo ogni prelevamento di prodotto. Il residuo derivante dall'infusione o dalla decozione con filtro o colino non è edibile.

Tali informazioni non sostituiscono la consulenza medica quindi sconsigliamo vivamente l'automedicazione. Decliniamo ogni responsabilità per eventuali errori o imprecisioni e per un eventuale uso improprio delle informazioni contenute in questo sito. Per ogni disturbo della salute vi consigliamo in ogni caso di consultare un medico e/o uno specialista.