Prezzo: €25.00

Out of stock
Loading Updating cart
Scheda Prodotto

1 confezione da gr. 100. Per 1 mese di trattamento.
100% NATURALE - LAVORAZIONE ARTIGIANALE.

La Papaya - Papaia è costituita dalle foglie raccolte prima della fruttificazione. Si utilizza altresì il latice (papaina grezza) ottenuto per incisione del frutto quasi maturo, coagulato e successivamente disseccato e polverizzato.

Il lattice contiene diversi enzimi quali la cisteina proteinasi, la papaina, la chimopapaina, la caricaina e glicil endopeptidasi. Nel frutto è presente la papaina (attiva a pH 5-8) costituita da una miscela di enzimi proteolitici sulfidrilici (papaina, chimopapaina A e B, papaiapeptidasi), un glucoside (carposide), zuccheri, pectina ed ac.organici. Nelle foglie è presente la carpaina un alcaloide con attività diuretica e cardiocinetica simile alla digitale ed il carposide.

Proprietà attribuite alla Papaya fermentata

Digestive, antidispeptiche.
Antielmintiche, vermifughe.
Diuretiche, ipotensive.
Contraccettive.
Antiflogistiche, antiulcera.

Proprietà digestive della papaya
La papaina è una miscela di enzimi proteolitici prevalentemente costituita da papaina e chimopapaina, in grado di idrolizzare soprattutto polipeptidi con aminoacidi basici quali la leucina e glicina. L’attività enzimatica della papaina aumenta in presenza di ioni calcio e magnesio.

Proprietà antielmintiche della papaya fermentata
Le foglie prevengono disturbi gastrointestinali nelle infezioni causate da parassiti intestinali (particolarmente da nematodi) ed agiscono come vermifughe contro ossiuri, ascaridi, anchilostomi e strongiloidi. La papaina aggredisce la cuticola chitinosa dei parassiti generalmente resistente all’azione degli enzimi intestinali. L’azione antielmintica dei semi riportata nell’etnomedicina è dovuta al benzil isotiacianato che agirebbe inibendo il metabolismo energetico nel parassita.

Proprietà diuretiche, ipotensive della papaya
Una recente ricerca universitaria in Tailandia sugli effetti diuretici di alcune specie vegetali utilizzate dagli indigeni Thai nel trattamento della disuria, ha evidenziato che gli estratti di radice di Papaya somministrati oralmente in ratti nella dose di 10 mg/Kg favorivano un incremento nella produzione di urine pari al 74% di quello indotto da una equivalente dose di idroclorotiazide.

Proprietà antiulcera, epatoprotettive, altre proprietà
In alcuni ospedali della Jamaica il frutto della Papaia viene usato come medicamento nel trattamento delle ulcere croniche. Nonostante la mancanza di sterilità della droga non si registrano processi infettivi attorno alle ferite: addirittura la Papaia nei confronti di altre applicazioni topiche viene considerata la più efficace. La Papaia viene utilizzata in Africa nel trattamento delle ustioni e nel favorire la guarigione delle ferite.

Nel Royal Preston Hospital del Gambia, la polpa del frutto applicata sulle ferite infette favorisce l’asportazione del tessuto necrotico, previene l’infezione delle ferite provocate da ustioni, stimola la produzione del tessuto di granulazione idoneo per l’innesto della pelle.

Estratti acquosi ed etanolici di frutti essiccati di Papaia hanno evidenziato in animali una significativa attività epatoprotettiva contro l’epatotossicità indotta. La chimopapaina agisce sui proteoglicani del nucleo discale senza danneggiare il collagene. Viene quindi usata nella chemionucleolisi per asportare il nucleo polposo nel trattamento delle ernie discali lombari.

Proprietà antinfiammatorie della papaya fermentata
Tali proprietà non trovano una conferma unanime nei recenti studi in parte contraddittori. La papaina purificata non contiene sostanze tossiche.

Indicazioni d’uso della papaya
Dispepsia ipoenzimatica di origine gastrica o pancreatica, discinesie epatiche, stipsi. Ulcerazioni (azione cheratodigerente sui tessuti morti), infiammazioni ed edemi associati a traumi chirurgici. Alcolismo. Infezioni da ossiuri ed ascaridi.

Ingredienti
Papaya - Papaia, Foglie Taglio Tisana.

Controllo Qualità
Residui ricercati: conforme al D.M. n.179 del 27/08/2004 relativamente ai residui ricercati.
Radioattività: conforme alla direttive CEE.

Modalità di utilizzazione
Porre 2-3 gr di foglie in 100 ml di acqua calda per 10 minuti senza portare ad ebollizione. Filtrare e bere una tazza durante e dopo i pasti.

Avvertenze
Non superare la dose consigliata.
Non somministrare in gravidanza e in allattamento.
Conservare in un luogo fresco ed asciutto al riparo dalla luce avendo l’avvertenza di chiudere accuratamente la confezione dopo ogni prelevamento di prodotto. Il residuo derivante dall'infusione o dalla decozione con filtro o colino non è edibile.

Tali informazioni non sostituiscono la consulenza medica quindi sconsigliamo vivamente l'automedicazione. Decliniamo ogni responsabilità per eventuali errori o imprecisioni e per un eventuale uso improprio delle informazioni contenute in questo sito. Per ogni disturbo della salute vi consigliamo in ogni caso di consultare un medico e/o uno specialista.

Le persone che hanno acquistato questo articolo hanno anche acquistato