Prezzo: €50.00

Out of stock
Loading Updating cart
Scheda Prodotto

3 confezioni di Tisane al prezzo di 2 con le spedizioni gratis!

3 confezioni da gr. 100 cadauna per un totale di gr. 300. Per 3 mesi di trattamento.
100% NATURALE - LAVORAZIONE ARTIGIANALE.

Mangiare lampone fa bene per via di tutte le sue proprietà benefiche contro l'amenorrea, aiuta a dimagrire e migliora eventuali problemi con le mestruazioni. Il lampone è conosciuto da tutti per la sua fragrante dolcezza, per il suo gusto caratterizzato da una venatura aspra ma che resta sempre e comunque meravigliosamente delizioso al palato e stimolante per le papille gustative. Resta il fatto che ben pochi si interessano al valore nutrizionale che questa piccola bacca può portare all’organismo, nutrendolo e rafforzandolo nei confronti di una gran varietà di problemi per la salute.

Mangiare lampone fa bene
I lamponi fanno bene e lo sanno tutti, il lampone dalle benefiche proprietà terapeutiche è un'arbusto appartenente alla famiglia delle Rosacee con fusti molto spinosi e superficie pruinosa, il lampone diffuso dalla zona montana a quella alpina, necessita di un terreno ricco di sostanze nutritive e cresce principalmente nei boschi e nei luoghi pietrosi e assolati.

Le foglie giovani e i frutti hanno proprietà terapeutiche
I sali minerali, quali potassio, fosforo e ferro, l'acido citrico e il fruttosio presenti hanno un effetto rinforzante sull'organismo, mentre i frutti di lampone sono ideali per i diabetici e per chi soffre di reumatismi. Il decotto di foglie è indicato in caso di infiammazioni cutanee. II lampone è un arbusto che presenta fusti differenti: quelli di un anno sono, infatti, eretti e semplici; quelli di due anni sono arcuati e ramificati.

Proprietà del lampone
Le proprietà del Rubus idaeus detto più comunemente lampone, sono note in campo erboristico fanno riferimento ad attività aromatizzanti, vitaminizzanti, antiinfiammatorie, astringenti. I frutti del Lampone sono un alimento energetico e dissetante ed una buona sorgente di vitamine. Il lampone è un membro della famiglia della rosa che si forma sviluppando una struttura caratterizzata da un nucleo vuoto: il lampone è definito un frutto aggregato, in quanto caratterizzato da numerosi semi disposti intorno ad una cavità centrale.

Il lampone come fonte antiossidante
Il lampone rosso è molto spesso la componente di un comune integratore alimentare chiamato acido ellagico, una sostanza presente per natura nel lampone che appartiene al ramo dei fitonutrienti chiamati tanniti, che nel caso specifico di questo frutto è il principale responsabile da cui deriva il suo altissimo contenuto di antiossidanti, caratteristica comune alla maggior parte delle bacche e dei frutti di bosco che si trovano in natura.

Grazie a questo suo speciale contenuto, il lampone aiuta a prevenire i danni indesiderati che i radicali liberi causano alle membrane cellulari ed a molti altri tessuti che determinano la struttura dell’organismo. Oltre all’acido ellagico, il lampone è una buonissima fonte di altri tipi di fitonutrienti, dei flavonoidi davvero utili all’organismo tra i quali troviamo il caempferolo, la cianidina ed altre molecole derivate dal carattere fondamentale per la salute del corpo umano.

Anche se molti conoscono queste sostanze come le principali responsabili da cui deriva il tipico colore del lampone, dovete sapere che gli atociani (le molecole dei flavonoidi) danno al frutto delle deliziose proprietà antiossidanti in maniera da prevenire lo sviluppo di virus o malattie nel corpo. Numerose ricerche hanno inoltre evidenziato come i lamponi possano portare ad avere numerose capacità protettive contro lo sviluppo di cellule cancerose che, con il tempo, possono definire la nascita di una malattia di tipo terminale e rischi connessi.

Un consiglio prezioso che quindi possiamo darvi è quello di assumere il lampone in maniera da evitare la formazione di un problema che potrebbe seriamente compromettere la vostra vita.

Ingredienti
Lampone Frutti Dolcificati.

Controllo Qualità
Residui ricercati: conforme al D.M. n.179 del 27/08/2004 relativamente ai residui ricercati.
Radioattività: conforme alla direttive CEE.

Modalità di utilizzazione
Portare a bollore la quantità di acqua pari ad una tazza da tè. Spegnere e aggiungere un cucchiaino di tisana. Lasciare in infusione per 10-15 minuti tenendo coperto. Filtrare e bere sempre calda, 2-3 tazze al giorno lontano dai pasti.

Avvertenze
Non superare la dose consigliata.
Non somministrare in gravidanza o in allattamento.
Conservare in un luogo fresco ed asciutto al riparo dalla luce avendo l’avvertenza di chiudere accuratamente la confezione dopo ogni prelevamento di prodotto. Il residuo derivante dall'infusione o dalla decozione con filtro o colino non è edibile.

Tali informazioni non sostituiscono la consulenza medica quindi sconsigliamo vivamente l'automedicazione. Decliniamo ogni responsabilità per eventuali errori o imprecisioni e per un eventuale uso improprio delle informazioni contenute in questo sito. Per ogni disturbo della salute vi consigliamo in ogni caso di consultare un medico e/o uno specialista.